formazione_lavoro

Image by Alessandro Parolari

Aumentare le nostre conoscenze e competenze

Stiamo percorrendo una strada, vogliamo trovare lavoro o cambiarlo, abbiamo capito che per farlo con successo abbiamo necessità di comprenderci un po’ più a fondo, andando a sondare le nostre esperienze di successo, le nostre caratteristiche e le nostre competenze e, infine, abbiamo identificato il nostro obiettivo professionale, realistico e motivante (che ci fornisce le energie per affrontare questo percorso in salita).

Abbiamo compreso quali sono i nostri punti di forza ma anche quali sono le aree su cui lavorare per raggiungere il nostro obiettivo, concedendoci – di nuovo – il lusso di prenderci del tempo per noi.

Per aumentare le nostre conoscenze e competenze andremo a cercare le modalità formative che ci sono più congeniali e, a seconda delle nostre disponibilità economiche e di tempo, potremo scegliere diverse strade.

Formazione on-line

Per la formazione di persone disoccupate, ad esempio, esistono enti come AFOL – Agenzia per la Formazione, l’Orientamento e il Lavoro – o le Agenzie per il Lavoro che propongono corsi progettati sulle esigenze dei cittadini e delle imprese del territorio, finanziati attraverso la Dote Unica Lavoro e/o Garanzia Giovani e quindi gratuiti per tutti i disoccupati.

Per le persone occupate esistono vari enti di formazione che erogano corsi di diverso contenuto, durata e prezzi. Non potendo qui elencarli tutti, vi invito a fare ricerche mirate in rete o a contattarmi in privato per cercare insieme il corso e l’ente che fa il caso vostro.

I MOOC: Massive Open Online Courses

La rete non è solo una ricchissima fonte di informazioni (che bisogna imparare, con un po’ di pazienza, a selezionare) ma negli ultimi anni è diventata anche una piattaforma di erogazione di formazione a distanza molto interessante; i MOOC (Massive Open Online Courses, in italiano: Corsi aperti online su larga scala), ad esempio, sono corsi disponibili gratuitamente in rete dove i contenuti – spesso estremamente qualificati – spaziano dalle competenze più operative e tecniche a quelle più “soft” e che a volte prevedono anche un test e/o una certificazione finale (certo, non “ufficiale”, ma sempre utile da inserire nel cv). La maggior parte dei MOOC presenti oggi in rete è in inglese ma, sempre più, stanno nascendo corsi anche in Italiano, messi a disposizione dalle nostre università.

Tra le piattaforme piu’ note ci sono Coursera, che nasce in origine alla Stanford University o, in Italia, Eduopen, il portale –ancora in progress – degli atenei italiani. Il mio consiglio è ricercare ed esplorare i siti, iscriversi (gratuitamente) e provare.

E per migliorare le lingue?

La formazione linguistica merita un discorso a parte ma, anche in questo caso, la rete è fonte pressoché inesauribile; oltre ai corsi classici che potete trovare on line, mi limito a consigliarvi Conversation Exchange, una piattaforma dove si può chattare, parlare con persone di tutto il mondo e dove si può mettere a disposizione la competenza della propria lingua ricevendo in cambio lezioni e conversazioni nella lingua che vogliamo imparare.

Insomma, la rete ci consente di acquisire e condividere conoscenza, mi sembra fantastico!

Qualunque sia il corso che fa per voi, fatelo entrare nell’elenco delle cose da fare ogni settimana; pianificate un momento in cui studiare e rispettatelo. Come in tutte le cose, bisogna farci un po’ la mano, ma la ricchezza di queste fonti è davvero strepitosa e il tempo speso per imparare, a mio avviso, non è mai sprecato.

Buon lavoro!